Marco Bonini da volto delle fiction all’amore a prima vista: cosa fa oggi

Marco Bonini, uno dei volti più noti della fiction italiana. Bello, moro, con una fossettina sul mento che lo contraddistingue ha fatto impazzire milioni di ragazzine in diverse fiction Rai. Dal ballo al cinema, oggi l’attore è diventato anche sceneggiatore, produttore e scrittore

Marco Bonini
Marco Bonini

Origini laziali, Marco Bonini si è consacrato nel panorama artistico nazionale grazie a un poliedrico talento. La sua grande dote di attore lo ha portato a recitare al fianco di importanti nomi del piccolo e del grande schermo, tra fiction e film per la tv e il cinema.

L’attore ha una laurea in Filosofia e ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo studiando danza classica e moderna. Ha deciso poi deciso di dedicarsi alla recitazione all’età di 19 anni, studiando per diventare attore all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico e Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Bonini (@marcoboniniofficial)

Tutto iniziò nel 2003 al fianco di Diane Lane in Sotto il sole della Toscana. Bonini è stato tra i volti di punta nel mondo delle fiction. Lo abbiamo visto in come Don MatteoUn posto al soleI liceali e…Un medico in famiglia! Come l’ultima sua interpretazione ne La Dottoressa Giò al fianco di Barbara D’Urso su Canale 5.

LEGGI QUI>>> Barbara D’Urso lascia stupefatti: Ecco gli amori della sua vita

Numerosi anche i ruoli interpretati sul grande schermo in film molto noti come Smetto quando voglio – Masterclass e Smetto quando voglio – Ad Honorem.

La vita privata di Marco

Marco Bonini è nato a Roma il 20 agosto del 1972. Figlio di un impiegato statale e di una mamma che fa il vigile urbano, ha un fratello minore e la sua famiglia è uno dei capisaldi della sua formazione. Non solo come artista, ma anzitutto come uomo.

E’ sposato con Sinne Mutsaers, attrice anche lei nata a Los Angeles da padre olandese e madre americana. Marco ha conosciuto sua moglie, su un volo diretto a Roma…Amore ad alta quota, che non ha mai smesso di navigare a vele spiegate!

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Bonini (@marcoboniniofficial)

La coppia ha due figli: la primogenita Maya Bonini e il secondogenito Orlando Bonini (nati rispettivamente nel 2003 e nel 2010). Affiatati e super innamorati, l’attore e consorte hanno anche avuto modo di lavorare insieme.

“Se ami qualcuno dillo”, il debutto come scrittore

Marco Bonini è uno degli attori più promettenti del cinema italiano, ma è anche sceneggiatore e produttore. Di recente ha esordito come scrittore con il suo primo romanzo, Se ami qualcuno dillo, una storia familiare di crescita e redenzione, la storia di un padre e di un figlio.

LEGGI QUI>>> Lunetta Savino, Cettina di un medico in famiglia: ecco cosa fa oggi

LEGGI QUI>>> Eleonora Cadeddu, Annuccia di un medico in famiglia, ecco cosa fa oggi

E’ un romanzo dolce, tenero, pieno di emotività ma anche molto divertente. Senza alcun dubbio, un ottimo esordio.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Marco Bonini (@marcoboniniofficial)

“L’ho scritto così, come se ve ne parlassi al bar”, ha spiegato Bonini raccontando il suo primo romanzo, dal titolo “Se ami qualcuno dillo“, ed è esattamente questa la sensazione che si prova leggendo questo libro. Quella sensazione di casa, di calore, della storia di un amico a cui vuoi bene, della sua famiglia alla quale in qualche modo ti sei legato.

“Vediamo un po’ cosa riesco ad ammettere con me stesso”, dice a un certo punto Marco in questo racconto che più che altro è una confessione, un’analisi, oppure il racchiudersi di una speranza per il futuro, narrato in modo dolce, spontaneo, diretto. Lo stile di Bonini non ha inutili fronzoli, non c’è una ricercatezza falsata, bensì una bellissima attenzione all’uso delle parole. Leggendo “Se ami qualcuno dillo” è subito percepibile l’amore che per il nostro scrittore/attore sente per le parole, si capisce quanto creda nel loro potere, le ha scelte con cura per consegnare a chi legge un storia che giunge dritta al cuore.