Amadeus dopo le difficoltà vissute: “Sarebbe stato un danno psicologico”

Amadeus è un personaggio sempre molto lineare e molto chiaro, ha raccontato di quello che sarebbe stato un danno psicologico.

Amadeus (Getty images)

Il Coronavirus è il momento più buio vissuto dal nostro paese dal secondo dopoguerra a oggi. Le misure restrittive per evitare il propagarsi del virus hanno fatto breccia e hanno creato grande preoccupazione colpendo anche molti settori.

Ristoranti, bar, turismo e mondo dello spettacolo sono stati i settori maggiormente colpiti. Sicuramente c’è stata preoccupazione e hanno creato dei motivi per non avere più fiducia per quanto riguarda il futuro.

Amadeus ha sottolineato l’importante del Festival di Sanremo e che esibirsi senza pubblico potrebbe essere una sconfitta non proprio di poco conto per tutto il paese.

Ha deciso di battersi per cercare di portare il pubblico in teatro, fino alla decisione del comitato tecnico scientifico. Alcuni hanno parlato anche di non fare il Festival di Sanremo.

Leggi qui -> Avete mai visto la macchina di Amadeus? È veramente strana per uno come lui

Leggi qui -> Amadeus, “Emiro della tv” con il nuovo programma: Soldi a palate

Amadeus dopo le difficoltà ammette: “Sarebbe stato un danno psicologico”

Amadeus ha parlato di questa situazione a Radio 24 ospite della trasmissione Radiotube di Marta Cagnola. Sicuramente le sue parole fanno riflettere su quello che sarebbe il proseguo della trasmissione più importante dello spettacolo italiano.

Non solo un danno per la musica, per la discografia, per i musicisti: questo è chiaro agli occhi di tutti. Sarebbe stato un danno anche psicologico, morale, la perdita di un patrimonio che appartiene a tutti: è giusto che ci sia. Un domani vedremo le immagini del 2021, del teatro con la platea vuota, e ci faranno commuovere”.

Sicuramente c’è grande attesa per Sanremo, speriamo che le polemiche possano finire il prima possibile col pubblico che non ci sarà ma che potrà seguire comunque questo spettacolo da casa. Vedremo se avremo la possibilità di trovare altri motivi per seguire una trasmissione che finora ha puntato molto sulla platea.