Simona Ventura in costume olimpico: inizia la sua battaglia

Simona Ventura continua la battaglia per la lotta a favore della parità di genere, attaccando chi non riconosce il valore delle donne

Simona Ventura (getty images)

Simona Ventura è nata a Bentivoglio nel 1965. Nella sua carriera si è distinta come conduttrice televisiva, showgirl ed attrice, riuscendo a raccogliere consensi in qualunque impresa si cimentasse.

Non tutti sanno però che da bambina aveva ben altri progetti. Il padre fu un ufficiale della marina militare e la sua figura sempre affascinò Simona. Per sua stessa ammissione sappiamo che la mancata carriera in ambito militare è uno dei suoi più grandi rimpianti.

Ai tempi purtroppo non era concesso alle donne di arruolarsi, ecco perché dovette rinunciare alla passione tramandata dal padre. Certo non che gli sia andata poi così male, sebbene continuare la tradizione militare di famiglia anche la sua carriera deve essere sicuramente motivo di orgoglio.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

Simona ad oggi è una dei volti principali della Rai, dove vanta la conduzione di alcuni dei programmi di punta di questo ente televisivo come ad esempio il Festival di Sanremo. Oltre che una grande donna di spettacolo è anche una grande attivista femminile, che s batte per la parità di genere.

Leggi anche-> Simona Ventura, la brutta indiscrezione: gravi problemi finanziari

Leggi anche -> Stefano Bettarini come l’atomica d’Hiroshima: Il GF è una truffa

Simona Ventura, il costume olimpico ed il no al sessismo

Simona Ventura è una donna forte, impegnata nel sociale soprattutto contro la lotta contro la disparità di genere, un problema molto diffuso a livello mondiale. Di recente hanno fatto molto scalpore le parole di Yoshiro Mori, ex primo ministro giapponese.

Attualmente Yoshiro lavora come presidente del comitato organizzativo dei giochi olimpici di Tokyo e si è reso protagonista di alcune dichiarazioni che hanno lo hanno messo al centro della critica.

In particolare si sarebbe lamentato del fatto che secondo lui le riunioni in cui partecipano molte donne si dilungano più del previsto, riferendosi ad un eccessiva loquacità delle donne. Frasi che hanno fatto il giro del mondo e per le quali sono dovute arrivare le scuse del Comitato Olimpico Internazionale.

Le sue parole però non sono passate inosservate neanche alla conduttrice, la quale sui social ha voluto esprimere la sua opinione, in un post dove posa con un costume a tema olimpico. “Stamattina sono rimasta colpita dalle dichiarazioni di sessismo palesate dall’organizzatore delle olimpiadi Yoshiro Mori. Non tanto per le dichiarazioni #adcazzum ma quanto dalla bacchettata più che poderosa del CIO. #Genderequality non è più un sogno.”

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Simona Ventura (@simonaventura)

Se da un lato dunque non ha apprezzato le sue dichiarazioni appare molto sollevata che anche nel mondo dello sport le donne vengano finalmente rispettate come dovrebbero.