La strana possibilità di Kanye West: potrebbe diventare il presidente degli Stati Uniti

Potrebbe esistere per Kanye West una strana possibilità. Il cantante e marito di Kim Kardashian potrebbe diventare il nuovo presidente degli Stati Uniti?

Kanye West
Kanye West Fonte Instagram @ kanyewest

Il rapper Kanye West, marito della celeberrima influencer Kim Kardashian, si era candidato alle elezioni presidenziali americane del 2020.

I primi risultati emersi dagli spogli elettorali non sono stati troppo soddisfacenti, soprattutto se si pensa che West stimava di raccogliere almeno 160 milioni di consensi.

Ma, se il conteggio delle schede elettorali dovesse essere ripetuto, come chiesto dal presidente uscente Donald Trump, qualcosa potrebbe cambiare?

La campagna elettorale di Kanye West

Il 43enne era presente nelle liste elettorali di 12 Stati americani, poiché la scadenza ultima per presentare la candidatura negli altri Stati era già passata.

I 12 Stati erano: Arkansas, Colorado, Idaho, Iowa, Kentucky, Louisiana, Minnesota, Mississippi, Oklahoma, Tennessee, Utah, Vermont.

I legami con il presidente repubblicano Donald Trump e l’enorme fama mondiale non sono però bastati a strappare al rapper un biglietto per la Casa Bianca. Non fino a questo momento, almeno.

Il risultato dopo il primo spoglio è stato di 60mila voti, un magro 0,4% degli elettori americani ha espresso il suo voto in favore di Kanye.

Alcuni erano convinti che la candidatura di West fosse in qualche modo fittizia, volta solamente a sottrarre voti a Joe Biden, sfidante del ‘suo’ Trump.

La è lo stesso rapper a smentire questa teoria, poiché su Twitter annuncia che si ripresenterà alle prossime elezioni presidenziali americane, quelle del 2024.

Un riconteggio stravolgerebbe il risultato per Kanye West?

Se Donald Trump dovesse riuscire ad ottenere un nuovo conteggio delle schede elettorali, difficilmente Kanye potrebbe sperare nel miracolo.

Inoltre, molte delle esternazioni di Kanye non erano adeguate al contesto. Questo sicuramente ha penalizzato il risultato finale.

Ma il cantante non si dà per vinto e continuerà la sua battaglia ripresentandosi alle prossime elezioni. Potrebbe essere la volta buona?