Si chiama Penguins Love To Rock, ed è un progetto tutto nuovo che nasce dalle ceneri di Kronic. Visita, commenta, partecipa!
username: password: Registrazione
Condividi

recensioni: in primo piano


 
Recensioni | 20/01/2010

Dark Funeral // Angelus Exuro pro Eternus 13

Erano in molti (giustamente) a non aspettarsi granché dai Dark Funeral. Fin dai tempi del capolavoro The Secrets of the Black Arts la band è andata a rincorrere se stessa, in un continuo di uscite tristemente simili le une alle altre. A chi tuttavia si se...

Recensioni | 18/01/2010

Burning Starr // Defiance 1

Da sempre, nel mio immaginario Jack Starr è un po' una vecchia zitellaccia che ha passato gli ultimi 20 anni a lamentarsi di essere stato gentilmente sbattuto a calci in culo da Dave De Feis fuori dai Virgin Steele, di cui è stato fondatore. Oggi, invece,...

Recensioni | 13/01/2010

Doomriders // Darkness Come Alive 1

E’ inevitabile che il nome dei Doomriders sia legato a filo doppio con quello dei Converge, innanzitutto perché il cantante/ chitarrista è Nate Newton, che suona il basso nell’altra compagine, e poi perché interviene anche Kurt Ballou a donare a questo nu...

Recensioni | 11/01/2010

maudlin of the Well // Part the Second

In parapsicologia, quello di proiezione astrale è concetto ben recepito e documentato. Esso corrisponde, spannometricamente, al presupposto di esperienza extracorporea, durante la quale il praticante sarebbe presente solo in uno stato incorporeo puramente...

Recensioni | 08/01/2010

TriORE // Three Hours 4

Oltre la crasi che sin dal nome spiega chi si trovi dietro al progetto Triarii/ORE risplende un lavoro musicale che ridà fiato e eloquenza a un genere che negli ultimi anni sembrava umiliato dalla sua stessa difficoltà nel crescere, variare o anche sempli...

Recensioni | 05/01/2010

Vektor // Black Future 8 1

Era logico che qualcuno prima o poi ci provasse ad aprire quella porta che i Voivod sembravano aver definitivamente chiuso, quella che dava su una dimensione fatta di inquetanti viaggi nelle galassie alle estremità dell’universo, di teorie del complotto, ...

Recensioni | 18/12/2009

Mulatu Astatke // New York – Addis – London The Story of Ethio Jazz 1965-1975

Se invece dei pretestuosi greatest hits dei vari Gigi D’Alessio, Pausini, Ramazzotti o dei boriosi ultimi successi di Bublé e Biondi o dei lussuosi/costosi quanto inutili cofanetti di “mostri” (purtroppo non sacri) del rock che abbondano sugli scaffali na...

Recensioni | 16/12/2009

Lynyrd Skynyrd // God & Guns

Con un deplorevole ritardo del quale ci scusiamo, ecco comparire anche sulle pagine di Kronic le nostre considerazioni in merito all’ultimo lavoro dei Lynyrd Skynyrd, una delle formazioni più sfortunate di cui si abbia memoria. Sfortunate ma assolutamente...

Recensioni | 14/12/2009

Shrinebuilder // Shrinebuilder 4 1

Shrinebuilder, nato dalla mesmerica unione di giganti quali Wino, Al Cisneros, Scott Kelly e Dale Crover, oltre a essere un disco di bellezza rara e di intensità stupefacente, rappresenta una vera e propria lezione sull’equilibrio formale e sulla composiz...

Recensioni | 09/12/2009

Rammstein // Liebe Ist für Alle da 10 1

Quel geniale concentrato di heavy metal, industrial, effetti pirotecnici, storie splatter e cattivo gusto è tornato: di certo più in forma rispetto alle seconde scelte di Rosenrot (il disco, del 2005, venne assemblato con le canzoni scartate da Reise Reis...

Recensioni | 04/12/2009

Lightning Bolt // Earthly Delights

Dieci anni e non sentirli. Dieci anni come l'All Tomorrow's Parties Festival, a cui sono stati invitati con l'onere annesso di essere la band a chiudere l'evento. Dieci anni, insomma, è ancora tanta roba da dire e da fare: con ferocia e violenza sincera. ...

Recensioni | 30/11/2009

Immortal // All Shall Fall 5

Era ancora caldo di stampa Between Two Worlds, il disco del progetto I, che già si parlava del ritorno degli Immortal. E le sorprese finiscono qui. Involontaria conferma – dicesi anche toppa clamorosa – dell’ex chitarrista Demonaz, ora autore di testi e m...

Recensioni | 27/11/2009

Yo La Tengo // Popular Songs

Il clamore che uscirebbe da altri parti - colpa di certa mediocrità nei canoni indie rock attuali - con i Yo La Tengo assume da sempre toni quasi normali, trattenendo gli eccessi solo perchè ormai abituati a picchi elevati innevati da candore cristallino....

Recensioni | 25/11/2009

Astra (USA) // The Weirding 16

Ragazzi che disco! Otto brani, quasi ottanta minuti di musica, perfetti sia dal lato sonoro che da quello iconografico per un doppio vinile apribile impreziosito da una meravigliosa copertina in stile Roger Dean. Se non sapete chi è l’illustratore in ques...

Recensioni | 23/11/2009

Baroness // Blue Record 5

Se la struttura del precedente Red Album appariva contaminata fin nel profondo da appassionati elementi southern, prog e sludge tipici del mood della Georgia, con il nuovo disco i Baroness tentano di arginare il flusso inarrestabile della propria creativi...

Recensioni | 20/11/2009

Nile // Those Whom the Gods Detest 4 2

Occorre dare atto ai Nile di essere stati una sorta di faro per il death metal americano ed internazionale. In anni in cui i gruppi si scioglievano e l’attenzione verso questa brutale forma d’arte sonora andava scemando, sono entrati in ballo loro, con st...

Recensioni | 18/11/2009

Do Make Say Think // Other Truths

La scelta dei titoli (quattro brani, rispettivamente Do, Make, Say e Think, dalla durata media di dieci minuti) riassume la scelta stilistico/simbolica di Other Truths: un compendio fenomenologico della band canadese, caretterizzante ed esaustivo nel most...

Recensioni | 16/11/2009

Slayer // World Painted Blood 7

Lo stesso modo di comportarsi e presentarsi, sul palco quanto fuori dalle luci, di uno come Kerry King evidenzia che tra il fare e l’essere ci sono pochi gradi di separazione. Il disprezzo per le deviazioni e gli ammorbidimenti degli altri grandi del thra...

Recensioni | 13/11/2009

W.E.T. // W.E.T.

“WET”, “bagnato”… ma nel caso del gruppo in questione il significato si ricava da un acronimo. “W” sta per Work Of Art, una delle più belle realtà del panorama AOR degli ultimi anni, qui rappresentata dal chitarrista Robert Sall; “E” vale per Eclipse, pro...

Recensioni | 11/11/2009

Comaneci // You a Lie

Rispetto a Volcano (Disaster By Choice, 2007) il plotone si è ridotto: ora in fuga vi è una coppia, Francesca Amati e Glauco Salvo, al più aiutata da (finti) gregari disponibili a dare una mano (in ordine sparso: Bob Corn, Mattia Coletti, Bruno Dorella e ...

Creative Commons License