Si chiama Penguins Love To Rock, ed è un progetto tutto nuovo che nasce dalle ceneri di Kronic. Visita, commenta, partecipa!
username: password: Registrazione
Condividi

Artilleryinserisci questo disco tra i tuoi preferiti

When Death Comes

di Stefano Biondi ~ 01/02/2010
Più vivi che mai dopo dieci anni di silenzio
Avendo appena finito di parlare del ritorno discografico dei Whiplash mi è ricapitato per le mani un altro come-back, stavolta da questa parte dell'Atlantico, anche questo giunto una decina d'anni dall'ultima uscita ("B.A.C.K.", 1999). I protagonisti stavolta sono i danesi Artillery, combo thrash che già attivo a Copenhagen nel periodo in cui i Metallica bazzicavano per la città guidati dal batterista indigeno Lars Ulrich per incidere il capolavoro "Master Of Puppets". In quegli anni il quartetto nordico dava alle stampe i due album ("Fear Of Tomorrow" nel 1985 e soprattutto "Terror Squad" nel 1987) che li mettevano in luce grazie al loro riffing molto violento e a doti tecniche superiori a buona parte dei gruppi europei

Quando ormai li davo per morti e sepolti ecco spuntare il loro nuovo cd nel reparto di musica di un grande magazzino a Varsavia (non a caso incidono per una label polacca). Sono passati diversi mesi da questa scoperta inattesa e da allora questo cd ha transitato nei mio lettore spesso e volentieri. Si tratta di una prova di una lucidità e brillantezza sorprendente: quelle stesse doti che 20 anni fa non sono bastate a farli sfondare sulla scena internazionale oggi li collocano una spanna al di sopra della media dei gruppi storici ancora in circolazione. Sanno ancora scrivere buoni riff (sentite l'accelerazione su "10.000 Devils", classica ma esaltante) e le canzoni hanno una fluidità persino superiore a quelle dei primi lavori. Altro pregio, oltre a quello di una produzione aggiornata e potente, è legato all'arrivo di un nuovo cantante. Eh sì, perchè se il vocalist originale Flemming Ronsdorf non è più della partita il grintoso Søren Adamsen si mostra ancor più dotato nonchè convincente anche su registri più melodici ("Delusions Of Grandeur") e l'intero lavoro ne trae beneficio.

Se pensate che gli ultimi dischi dei Destruction siano solo minestra riscaldata fareste bene a dare una chance a quest'ottimo "When Death Comes".

Di recente, nello stesso genere:

Atheist
Unquestionable Presence- Live at Wacken
Whiplash
Unborn Again
Revocation
Existence Is Futile
Edema
Default

Esprimi il tuo voto:

si dice sul forum...

Aggiungi un commento:


Creative Commons License